Cerca
Vendi una barca
Login

Annuario natanti cabinati anteprima 2019

Annuario natanti cabinati anteprima 2019

L’anticipo della nuova stagione, ovvero il consuntivo dei saloni di Cannes e di Genova, ha messo in evidenza una ricerca che ha giocato un po’ sull’estetica e un po’ sulla funzionalità delle strutture.

Nel primo caso, come per altro accade anche in imbarcazioni open di livello leggermente superiore, si è notata una certa tendenza a un apparente minimalismo, linee sobrie e pulite con grande sfruttamento degli spazi aperti, ma che nascondono forti contenuti tecnologici e prestazioni spesso da brivido.

A livello di materiali domina ovviamente la vetroresina salvo qualche apparizione di barche in alluminio, mentre la fibra di carbonio viene spesso utilizzata su T-Top o sovrastrutture per mantenere basso il baricentro dello scafo.

Inevitabile il dominio dei fuoribordo, il cui range di utilizzo si è ormai spinto fino ai cabinati ai limiti di categoria, mentre a volte, grazie a impressionanti plurimotorizzazioni, si raggiungono potenze elevatissime.

Viste anche soluzioni estetico-funzionali dove l’ingombro dei fuoribordo viene minimizzato dall’aggetto di strutture (soprattutto piani prendisole) che coprono i motori. Ma se la fascia dei natanti è prevalentemente open, è anche vero che la ricerca della mini abitabilità, ovvero della possibilità di un pernottamento da week end, si è sempre più spinta verso il basso: oggi anche barche di 6-7 metri offrono il minimo necessario per passare la notte.

Commercialmente i dazi Made in Trump non mancano di infastidire gli importatori, soprattutto nel settore dei fisherman che sono prevalentemente Made in USA, ma la tendenza generale è tuttavia positiva e guarda con fiducia alla prossima stagione.

Tutti i modelli elencati qui di seguito verranno prodotti nel 2019

Stefano Navarrini

NATANTI CABINATI

Lungh. Cat CE Cantiere – modello Carena Largh Peso Kg Letti Mat.costr. Motori Iva escl.
6,00 C Diamond 550 V 2,3 655 2 Vtr Max 200 HP 58.000 s.m.
6,40 C Quicksilver Activ Cruiser 675 V 2,46 1234 2 Vtr Mot.max225 HP Da 33.805
6,45 C Arkos 647 Sundeck V 2,4 1100 2 Vtr Mot.max 250 HP 23.800
6,55 C Quicksilver Captur 675 P V 2,54 1585 2 Vtr Mot.max 225 HP Da 30.217
6,90 B Sessa Kl 24 V 2,5 1.670 2 Vtr Max 250 HP 25.980
7,35 C Ranieri Next 220 Sh V 2,5 1200 3 Vtr Max 250 HP 28
7,85 B Cranchi E26 Classic V 2,49 2.500 2 Vtr 1X280 HP Volvo V6 Efb 85.750
7,99 B Mondino Nautica Akes S24 V 2,5 2050 2 Al Volvo Penta 200 HP benz. 103.000
8,25 B/C Beneteau Barracuda 9 V 2,95 4.353 2 Vtr Max 500 HP Fb 54.800
8,90 B Sea Ray 290 V 2,74 4200 4 Vtr 2X370 HP Mercruiser 238.000
8,90 B/C Rodman 890 Ventura V 2,98 2900 4 Vtr Mot.max 400 HP 63.300 s.m.
9,00 B/D Beneteau Flyer 8.8 Sundeck V 2,94 3702 4 Vtr Max 350 HP Fb Da 48.950
9,12 B/C Cap Camarat 9 C.C. V 2,98 2.400 2 Vtr Max 2X250 HP 58.354 s.m.
9,34 B/C Jeanneau Leader 30 V 2,98 4150 4 Vtr Mot.max 2X200 HP Da 100.100,00
9,95 B Invictus Gt 320 V 3,03 n.c. 2+2 Vtr 2X250 Mercruiser – 2X280 HP Volvo 194.000
9,99 C Fairline F-33 Line V 3,5 6710 02-apr Vtr Max 2X430 HP n.c.
10,21 B Hoc 33 P Cruiser V 3,1 3850 2 C 400 HP Volvo D6 286.000
10,31 B Sealine S330v V 3,5 7.060 4 Vtr 1X Volvo D6 330 173.950
10,50 B Cockwells Titian Tender V 2,8 4000 2 L 2X320 HP Yanmar 8Lv £ 750.000
10,76 C Wellcraft 352 V 3,25 5217 01-feb Vtr Max 1275 HP Da 240.000
10,89 B Princess R 35 V 3,27 4500 2 C 2X430 HP Volvo Benzina n.c.


D-Boat Diamond – A chi ha sempre associato le piccole barche a uno status di economica approssimazione, risponde questo accessoriatissimo gioiellino Made in Poland, che pur essendo ampiamente customizzabile, a Genova si è fatto ben notare per la sua eleganza. Facilmente carrellabile, curato nei dettagli e nelle rifiniture di ottimo livello, nonostante le ridotte dimensioni può ospitare sottocoperta due posti letto. Il pozzetto si divide fra le due poltroncine pilota/copilota e una seduta per tre persone. La motorizzazione massima, ovviamente fuoribordo, è di 200 HP, ma viaggia già più che bene con un 115 HP.



Quicksilver Activ Cruiser 675 – Disponibile anche in versione bowrider, questo piccolo cruiser della Quicksilver presenta un allestimento molto versatile. Il pozzetto può infatti passare da una situazione dinette a un’area sun lounge grazie ai sedili ribaltabili, mentre lo spazio prendisole di prua è facilmente raggiungibile grazie a dei comodi scalini. Sottocoperta, nonostante le ridottte dimensioni della barca, si apre una cabina con un comodo letto doppio convertibile in una seduta, mentre il wc marino è estraibile a scomparsa. La barca può essere richiesta anche nella versione Smart Edition che include un’ampia serie di accessori.



Arkos 647 Sundeck – La presenza di una cabina consente anche nelle piccole barche di ampliarne il range di utilizzo a livello di un pernottamento da week end. Nel 647 Sundeck della Arkos, che si presenta con una linea piacevolmente sportiva, la cabina ricavata a prua sotto il piano prendisole offre due posti letto e toilette in vano separato, ma inserendo il tavolo mobile c’è anche la possibilità di trasformarla in dinette. L’esperienza del cantiere ha consentito di disegnare una carena più che efficiente anche con motorizzazioni non eccessive, con conseguente risparmio sui consumi.



Quicksilver Captur 675 Pilothouse – Classico esempio della formula pêche-promenade Made in France, adattata ai moderni stilemi stilistici, il nuovo minifisherman della Quicksilver rivela doti preziose per gli appassionati, come il comodo quadrato ben protetto e quindi four season, o la doppia timoneria esterna per governare al meglio l’azione di pesca. Il Fish Pack optional rende la barca un vero fisherman, avendo per altro a disposizione uno spazio letto open per due. Essendo Quicksilver parte del gruppo Brunswick la motorizzazione è rigorosamente Mercury e può arrivare ad un massimo di 225 HP.



Sessa Marine KL 24 – Fuoribordo o entrobordo, è uno dei modelli storici del cantiere lombardo che si ripresenta con un nuovo lifting firmato Christian Grande che ne modernizza il design, soprattutto grazie alle due vetrate poste sulle murate. Progettato per un uso day, con grande attenzione al comfort di bordo e ricchezza di piani prendisole, il nuovo KL 24 presenta una zona notte spaziosa e confortevole limitatamente alle ridotte dimensioni della barca, che ne amplia l’uso a un pernottamento da week end. Motorizzabile fino ad un massimo di 250 HP può raggiungere i 38 nodi.



Ranieri Next 220 SH – Mirato a ripetere il successo del Next 240, il nuovo day cruiser del cantiere Ranieri ne ripete in dimensioni più contenute le caratteristiche stilistiche e strutturali proponendosi come un walk-around motorizzabile mono o bimotore (max 300 HP) molto abitabile. In coperta si passa con facilità da una situazione full-sun a una dinette ampia e confortevole, sottocoperta oltre al grande matrimoniale di prua si dispone di un terzo letto. Interessante il sistema di sospensione fra carena e coperta per ridurre le sollecitazioni in navigazione.



Cranchi E26 Classic – Si presenta con una studiata polivalenza giocata sull’intelligente sfruttamento delle pur contenute dimensioni. Sobrio ed elegante il design, che non risente dell’assenza di slanci prodieri, soluzione che ha consentito di ricavare sotto la prua una piccola cabina dotata di wc per un uso overnight. La cura delle rifiniture e dei materiali (il ponte di prua in teak è di serie) ne eleva lo standard proponendolo anche come tender di megayacht. La motorizzazione entrofuoribordo, a scelta diesel o benzina ma comunque Volvo, consente rispettivamente 300 o 280 cavalli.



Akes S24 – La grande esperienza della Mondino Nautica nella lavorazione dell’alluminio a livello industriale, ha portato ad aprire un settore specifico dedicato alla nautica. Il nuovo S 24, realizzato su progetto della Akes Design, si presenta con un look gradevole e privo delle sfaccettature tipiche dell’alluminio, e per le sue caratteristiche si presta sia per un uso day sia per crociere a breve raggio. Ampi spazi prendisole e un interno accogliente corredato da un grande matrimoniale e da una toilette in vano separato, sono al servizio di una carena single step motorizzabile EFB fino ad un massimo di 450 HP.



Beneteau Barracuda 9 – La gamma Beneteau dei Barracuda si arricchisce di un nuovo modello che nasce, come gli altri, al servizio della pesca. Pur essendo come tale allestito, diventa all’occasione anche funzionale barca da diporto grazie ai divanetti reclinabili, alla zona social di prua e alla possibilità di quattro posti letto sottocoperta. Gli ampi spazi d’azione sia a poppa sia a prua soddisfano le varie tecniche di pesca, e offrono buona libertà di movimento grazie ai comodi passavanti e alla porta laterale. La motorizzazione fuoribordo può essere mono o bimotore fino a un massimo di 500 HP.



Sea Ray 290 Sundancer – L’intelligente gestione dello spazio crea per questo day cruiser della Sea Ray una nuova formula che condivide l’agibilità di un bow-rider con quella di un classico cabinato. La coperta è infatti suddivisa fra lo spazio prendisole di prua, facilmente raggiungibile attraverso il parabrezza, e il classico pozzetto con plancetta integrata che offre una dinette servita da un comodo divano a L. Quattro i posti letto sottocoperta, suddivisi fra la dinette trasformabile e il matrimoniale ricavato sotto il pozzetto, con toilette in vano separato. Generosa la dotazione di serie degli accessori.



Rodman 890 Ventura – Un nuovo design e un nuovo concetto d’imbarcazione caratterizzano il Ventura 890 della Rodman, cantiere che pur essendo noto per la sua linea fisherman ci aveva abituato a look più sportivi. L’imponenza della tuga ampiamente finestrata offre alla barca una grinta particolare e quasi professionale, con una gestione degli spazi molto polivalente e funzionale. In quadrato trovano posto un blocco cucina e una dinette per due, mentre sottocoperta abbiamo quattro posti letto con toilette separata. La motorizzazione fuoribordo può essere singola o doppia fino a un massimo di 400 HP.



Beneteau Flyer 8.8 SUNdeck – Un day cruiser della Beneteau dalle linee particolari, che abbinano una carena Airstep 2 in grado di montare fino a 500 HP a un piano di coperta che offre un insolito spazio solarium nella zona prodiera, raggiungibile con comodità e sicurezza da un passavanti laterale. In coperta, sotto il sedile di guida, trova spazio anche un blocco cucina. Nonostante la generosità dell’area open, il nuovo Flyer offre interni molto confortevoli e ben rifiniti in grado di ospitare 4 persone: la cabina di prua può trasformarsi in area pranzo, mentre altri due posti letto sono stati ricavati sotto la plancia di guida.



Jeanneau Cap Camarat 9 CC – Non è propriamente un fisherman, anche se all’occasione può essere una buona barca da pesca avendo in merito un discreto allestimento, in compenso il nuovo Cap Camarat CC è una piacevolissima barca adatta anche a brevi crociere, elegante e aggressiva nel design, confortevole nelle soluzioni che prevedono una doppia zona dinette con tavolo mobile, a poppa e a prua, e una plancia di guida protetta e ben accessoriata. Sottocoperta troviamo un cuccettone doppio con annessa toilette e vano doccia, soluzione decisamente innovativa per un center console.



Jeanneau Leader 30 HB – Ottimale interpretazione Jeanneau della formula day cruiser fuoribordo, dove la trasformabilità degli spazi aperti consente di passare da una situazione sedute di navigazione a quella full prendisole, e all’occorrenza a una soluzione dinette open. Accoglienti e molto luminosi gli interni, che presentano un matrimoniale trasformabile in area social/dinette e altri due posti letto ricavati sotto la plancia di guida. Un blocco cucina, e la toilette in vano separato completano il sottocoperta. Il tutto con un ottimo grado di rifinitura e un’elegante scelta dei materiali.



Invictus 320 – Proposto con un ampio range di potenze EFB, benzina o diesel fino ad un massimo di 860 HP, l’Invictus GT320 non tradisce le originalissime linee estetiche che caratterizzano la gamma, marcate dalla prua semirovescia. Le generose dimensioni del pozzetto passano con facilità da un grande spazio prendisole, che per altro si ripete a prua, a una dinette open servita da un punto cucina per baglio perfettamente nascosto. Gli interni si sviluppano fra una dinette trasformabile e una cabina open space, con toilette centrale.



Fairline F-33 – Nasce dalla matita di Alberto Mancini e nasce con una sobria eleganza di linee perfettamente raccordate, ma soprattutto il nuovo cucciolo di casa Fairline nasce per un divertimento full day… ma anche night. La barca offre infatti interni comodi e spaziosi anche se limitati alla vivibilità di coppia, con una dinette trasformabile in matrimoniale, toilette e doccia in vano separato. In coperta lo spazio prendisole è giocato fra la cuscineria di prua e il divano trasformabile del pozzetto, mentre lo specchio di poppa abbattibile amplia notevolmente la libertà di movimento.




Hoc 33P Cruiser – Apparentemente tranquillo ma in realtà capace di superare tranquillamente i 40 nodi grazie alla sua particolare carena, questo fast commuter costruito in sandwich di balsa, nonostante sia Made in Sweden, è prevalentemente giocato sugli spazi open, cucinotto e frigo inclusi. Sottocoperta troviamo tuttavia interni confortevoli e raffinati, con il matrimoniale di prua trasformabile in lounge e una lussuosa toilette. Interessante la soluzione Simrad per la gestione elettronica della barca attraverso un mega display di 29”, in grado di interagire con smartphone e tablet.



Sealine S330v – Ricca di soluzioni innovative questa barca nasce dedicata a una navigazione solare, alla quale si offre con un piano di coperta perfettamente godibile chiudendo i due elementi del top e sfruttando la modularità del piano prendisole trasformabile in dinette. La murata di dritta ospita un cucinotto dotato di grill e lavello, mentre sottocoperta trovano posto due cabine doppie servite da una toilette, una cucina più completa e una dinette con divano a L. Con i due fuoribordo da 350HP può raggiungere i 38 nodi.



Cockwells 10,5 Titian Tender – Specializzato in tender su misura per superyacht, il cantiere ha presentato a Genova questo splendido modello squisitamente vintage nell’estetica, ma ricco di tecnologia e realizzato in composito con rivestimenti in legno di cedro e teak. Il fascino innegabile del design, che lascia una prua totalmente sgombra, offre comunque un pozzetto ben articolato e due comodi lettini prendisole a poppa. Sottocoperta c’è tutto il calore del legno e il posto per ospitare in pieno comfort due persone. La motorizzazione con trasmissione jet è tutt’altro che vintage e consente di raggiungere i 40 nodi.



Wellcraft 352 – Arriva da un nome storico della cantieristica da pesca e si presenta come fisherman dichiarato, anche se pur sempre disponibile al diporto. Il pozzetto protetto da un funzionale T-Top è servito da una grande vasca del vivo e da un monoblocco fishing station-grill-frigo, con tuna door a murata, sedute a scomparsa, e una quantità di portacanna. Sotto la console si apre una zona notte da week end con wc, a prua si trova un prendisole trasformabile in dinette. Impressionante la motorizzazione di 3 x 400 HP.



Princess R 35 – Il design, tanto essenziale quanto elegante, porta la firma di Pininfarina, e unisce la bellezza alla funzionalità aereodinamica, che non è certo estranea ai 50 nodi che questa barca è in grado di raggiungere grazie da una motorizzazione benzina di ben 860 HP. Design e prestazioni sono supportate da uno scafo in fibra di carbonio che unisce leggerezza e robustezza, mentre la coperta offre i classici spazi di un day cruiser. Gli interni ospitano una dinette trasformabile affiancata da un blocco cucina e da una toilette in vano separato.

Add Comment

Your email is safe with us.

LoginBarche Usate – Nautica Online

Le credenziali ti saranno inviate via mail

Reset Your Password